Siete qui:

  1. Home
  2. > Gusta
  3. > Il vino di Orvieto
  4. > DOC Lago di Corbara
in orvieto

DOC Lago di Corbara

DOC lago di CorbaraCon decreto dirigenziale l'1 luglio 1998 viene riconosciuta la denominazione di origine controllata dei vini "Lago di Corbara" per i vini rossi precedentemente riconosciuti a "indicazione geografica tipica" con il decreto dirigenziale del 18 novembre 1995. Il disciplinare di produzione riserva la DOC "Lago di Corbara" ai vini rossi ottenuti da vitigni fondamentali quali Cabernet Sauvignon, Merlot, Pinot Nero e Sangiovese, da soli o uniti almeno al 70% con vitigni complementari quali Aleatico, Barbera, Cabernet franc, Canaiolo, Cesanese, Ciliegiolo, Colorino, Dolcetto, Montepulciano, da soli o congiuntamente nella misura massima del 30%.

La zona di produzione comprende l'intero territorio del comune di Baschi e parte di quello del comune di Orvieto (frazioni di Corbara, Fossatello, Colonnetta di Prodo e Titignano). Le quantità massime di uva per ettaro di vigneto devono essere di 9 tonnellate per il "Lago di Corbara" e di 8 tonnellate per il "Lago di Corbara" con le specificazioni Cabernet Sauvignon, Merlot o Pinot nero. Il "Lago di Corbara" è un vino dal colore rosso rubino, tendente al granato con l'invecchiamento, ha un gradevole profumo vinoso, sapore sapido, armonico e talvolta austero.

Il "Lago di Corbara" Cabernet Sauvignon ha colore rosso rubino intenso, caratteristico odore intenso, sapore pieno, vellutato e giustamente tannico.

Il "Lago di Corbara" Merlot ha colore rosso rubino intenso, caratteristico odore intenso, sapore pieno, vellutato, con ricordi di frutta.

Il "Lago di Corbara" Pinot nero ha colore rosso rubino poco intenso, odore caratteristico, marcato, a volte con ricordi di fragole, sapore asciutto e vellutato.

Il Lago di Corbara rosso si accompagna bene a preparazioni di carni sia rosse che bianche e selvaggina. Viene servito a 12-13° C, in un calice a ballon e può essere consumato fino al sesto anno e oltre dalla vendemmia.

menù