Siete qui:

  1. Home
  2. > Scegli
  3. > Orvieto sotterranea
  4. > Pozzo della Cava
in orvieto
photogallery
Pozzo della Cava
Via della Cava
Orvieto italy

Pozzo della Cava

Grotte del Pozzo della Cava

Una visita all'Orvieto ipogea non può prescindere dall'esplorazione del suggestivo percorso del Pozzo della Cava che, nel cuore del quartiere medievale, vi trasporterà nelle viscere della rupe attraverso grotte ricche di ritrovamenti archeologici. Vi troverete a contatto con tutte le epoche che hanno fatto la storia di Orvieto e scoprirete, attraverso alcune cavità funzionali, quanto la vita degli abitanti ferveva di occupazioni nella città sotterranea. Dagli Etruschi al Medioevo, dal Rinascimento alla moderna città slow, questa inusuale passeggiata vi permetterà di scoprire interessanti testimonianze che attraversano secoli e secoli di vita quotidiana.

Lungo le cavità della struttura, tra una suggestione e l'altra incontrerete un follone per la lavorazione della lana; un cunicolo etrusco per la canalizzazione dell'acqua; una cisterna etrusca a cocciopesto; due butti medievali, di cui uno a fiasco e uno verticale, dunque esaustivi delle due varianti a oggi note; una tipica cantina medievale completamente scavata nel tufo per produrre e conservare il famoso vino di Orvieto; un pilastro in tufo, parte delle fondamenta di una torre medievale; una fornace utilizzata come laboratorio di ceramica nel Trecento e nel Quattrocento, con resti del forno di cottura scavato nel tufo della rupe orvietana; scarti di fornace, frammenti di maiolica, lustri cinquecenteschi che provano la continuità di lavorazione dei ceramisti orvietani e, particolarmente interessanti, anche alcuni strumenti di lavoro; i resti della camera inferiore di una fornace "a muffola", che serviva appunto alla produzione dei lustri, pregiate ceramiche rinascimentali famose per l'iridescenza dei colori e la bellezza dei riflessi, e che ha permesso di affiancare, per questa particolare produzione, il nome di Orvieto a quelli di Gubbio, Gualdo Tadino e Deruta; una grande cava il cui tufo dovette essere utilizzato, nell'Ottocento, per realizzare il grande muraglione che sostiene la via sovrastante (Via Malabranca). E potrete ammirare, naturalmente, il Pozzo della Cava vero e proprio, contrassegnato all'esterno da un piccolo puteale in pietra di epoca moderna, posto sotto l'arco d'ingresso del complesso ipogeo nel punto dove era la vera originale.

Il condotto fu fatto riadattare da papa Clemente VII nel 1527, quando il pontefice ordinò a Antonio da Sangallo il giovane, sul lato opposto della città, il Pozzo di San Patrizio; i lavori furono eseguiti a spese del comune e si conclusero nel 1530, anteriormente a quelli del Pozzo di San Patrizio, ultimato nel 1537. Scavato nel tufo litoide della rupe orvietana, ha una profondità di 36 metri e un diametro medio di 3 metri e 40 centimetri. Noterete immediatamente che nella struttura circolare corre, incisa in verticale, una sezione rettangolare (60x80 cm) provvista di pedarole: si tratta di un condotto di epoca etrusca che deve aver fatto da guida per lo scavo del pozzo seicentesco; al suo interno, a 30 metri di profondità, ha inizio un cunicolo che probabilmente costituiva un'ulteriore fonte di captazione dell'acqua. Come testimonia una lapide murata nell'edificio sovrastante, le autorità comunali ordinarono la chiusura del pozzo, "per giusti motivi" non ancora bene identificati, nel 1646. A lungo dimenticato è stato riscoperto nel 1984 dagli Sciarra, proprietari di questo piccolo tesoro sotterraneo, durante alcuni lavori di ristrutturazione della casa e della trattoria di famiglia. Lavori successivi hanno restituito alla struttura nel 1996 la sua completezza originaria e nel 2004 l'arco e l'antico accesso al pozzo da Via della Cava.

Il complesso non è solo un piccolo museo sotterraneo, vi troverete un bookshop e un caratteristico punto di ristorazione scavato nella calda roccia orvietana, particolarmente gradevole nella bella stagione, quando è possibile godere della piacevolezza del cortile racchiuso tra fiori, verzure e impervie pareti di tufo. Nel periodo delle festività natalizie, invece, lungo il percorso ipogeo viene allestito uno spettacolare presepe a tema con statue a grandezza naturale.

POZZO DELLA CAVA

Via della Cava, 28
Tel. 0763.342373 Fax 0763.341029
www.pozzodellacava.it
info@pozzodellacava.it

Orari
Feriali e Festivi 9.00 - 20.00
Lunedì chiuso (se non festivo) e seconda metà di Gennaio

Biglietti
Intero € 3,00
Ridotto € 2,00 (studenti, senior, gruppi+10 pers.,Soci TCI, possessori biglietti Funicolare, Parcheggio Campo della Fiera, Pozzo di S. Patrizio, Orvieto Underground)

Inserito nella Carta Unica

menù