Completato il cartellone il programma della rassegna culturale “Baraonde. Contatti di culture a Palazzo dei Sette”, curato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Orvieto e dalla Libreria dei Sette. Simbolicamente inaugurato dal “Giardino di Carta” e dalla mostra “Ars in Fabula”, composta da circa 40 tavole di illustratori per bambini che da mercoledì 29 giugno hanno trovato posto nell’Atrio del Palazzo dei Sette, il cartellone di appuntamenti ha già visto giovedì 30 giugno la presentazione del giallo “Uno strano caso per il commissario Calligaris” di Alessandra Carnevali e sabato 2 luglio della rivista “Altrastrana” curata da Aldo Lo Presti.

Come anticipato, sabato 9 luglio sarà inaugurata anche la mostra collettiva d’arte contemporanea “Punti di vista tour“, allestita nelle Sale Espositive del Palazzo dei Sette, dove resterà fino a mercoledì 13 luglio. Ha per titolo “Rilievi di natura”, invece, la mostra d’arte di Gene Pompa che aprirà i battenti sabato 16 luglio e si protrarrà fino a lunedì 12 settembre.

Nel pomeriggio di martedì 19 luglio sarà di scena “Homuncoli, pupae e burattini in Etruria”, Teatro dei Burattini e laboratorio di costruzione dei burattini, a cura di Valerio Saccà seguito alle 21 dal concerto “Semplicemente Duo” con Rita Graziani (flauto) ed Elisa Casasoli (pianoforte). L’appuntamento con il Teatro dei burattini, si ripeterà anche mercoledì 20 luglio alla stessa ora.

Array

Giovedì 21 luglio alle 17, spazio alle tecniche di affresco nell’antica Etruria, con il laboratorio a cura della Cooperativa Acqua. E’ prevista una quota di iscrizione (per ulteriori informazioni: 340.8163701). Venerdì 22 luglio alle 18.30 c’è “Vinum: a proposito del Vino. Storia del vino nel mondo antico”, cortometraggio a cura di Maurizio Pellegrini, responsabile del Laboratorio Didattica e Promozione Visuale della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale e Sergio Grasso, Antropologo Alimentare – autore RAI.

Giovedì 28 luglio, stessa ora, invece laboratorio dimostrativo su “Come gli Etruschi dipingevano” a cura di Stefano Bonini. E’ sempre ispirata agli Etruschi l’iniziativa di venerdì 29 luglio alle 18:30) che ha per titolo “Velzna: Gli Etruschi di Orvieto. Lo stato degli scavi nel territorio orvietano: le ultime scoperte e prospettive future”, a cura degli archeologi Claudio Bizzarri e Paolo Binaco.

La programmazione del mese si conclude sabato 30 luglio alle 21 con “Perle Musicali. I capolavori sconosciuti del repertorio per violino e pianoforte” con Dino Graziani (violino) e Riccardo Cambri (pianoforte).

“Homuncoli, pupae e burattini in Etruria”, Teatro dei Burattini e laboratorio di costruzione dei burattini curato da Valerio Saccà torna mercoledì 3 e giovedì 4 agosto alle 17. Venerdì 12 agosto alle 18.30, occhi puntati su “Il rituale del Banchetto Etrusco. La Tomba Golini. Antichi Menù: in cucina con gli Etruschi” a cura di Maria Grazia Celuzza, Archeologo, Direttore del Museo Archeologico di Grosseto, Sergio Grasso, Antropologo Alimentare – Autore RAI e Luciano Frazzoni, Archeologo, Direttore del Museo di Farnese.

Venerdì 26 agosto alle 18.30 il focus ha per titolo “Cum Grano Salis. Le vie del sale, grano, formaggio e altro nel mondo antico”, a cura di Giorgio Baratti, Archeologo, e Sergio Grasso, Antropologo Alimentare – autore RAI. Domenica 28 agosto, infine, alle 18:30 si chiude con “Fanum Voltumnae. Gli Scavi a Campo della Fiera”, evento realizzato in collaborazione con il Lions Club, a cura dell’etruscologa Simonetta Stopponi.