Per Umbria Jazz Winter, grazie al Consorzio si rinnova il legame tra musica e vino

Anche per questo anno  Umbria Jazz Winter conferma l’identita colta ma non elitaria – che privilegia il rapporto profondo e motivato con la  musica, come lo è per la città e per le sue importanti peculiarità, tra cui il rapporto tra musica e vino.

E’ per questo che sabato 29, domenica 30 e domenica 31 dicembre, per il terzo anno consecutivo, proseguirà l’esperienza sensoriale per i vini della Denominazione Orvieto. Ormai un grande successo di pubblico, presso il ridotto del Teatro Mancinelli con le degustazioni guidate dal presidente di Assoenologi Riccardo Cotarella. Un viaggio dei sensi attraverso le parole e le immagini che descrivono i vigneti e l’arte dei maestri vignaioli del territorio, serviti dai sommelier della Fisar insieme agli studenti dell’Istituto Alberghiero IPSIA “Luca Coscioni” della città.

Il tutto accompagnato dalle note lievi della LittleBrownJug#Band della Scuola Comunale di Musica “Adriano Casasole” di Orvieto. Ad esaltare i profumi della DOC, le prelibatezze della Norcineria Oreto. Il Palazzo Bisenzi, sede del Consorzio Tutela Vini di Orvieto, per l’occasione sarà aperto al pubblico che avrà modo così di perdersi in un percorso tra arte e vino. Nel pomeriggio, infine, tra le 18 e le 19, le Cantine del Consorzio offriranno una degustazione delle loro eccellenze, servite da esperti sommelier.

6° C
pioggia leggera