Seleziona una pagina

Anche se quest’anno le disposizioni nazionali per contrastare la diffusione del Covid-19 hanno costretto a sospendere tutte le manifestazioni imponendo il distanziamento sociale e il divieto di assembramenti, la Città di Orvieto si prepara a rinnovare la riflessione sul significato spirituale della Festa del Corpus Domini, una festa profondamente radicata nella storia secolare della città che custodisce, nel cuore della Cattedrale, la preziosa Reliquia del Sacro Corporale.

Rivisto inevitabilmente il cerimoniale della tradizionale processione della Reliquia per le vie del centro storico, preceduta ogni anno, come è noto, dalla solenne sfilata del sontuoso Corteo Storico ideato da Lea Pacini, a partire da lunedì 8 giugno è iniziata in Duomo la settimana delle celebrazioni religiose indette dalla Diocesi di Orvieto-Todi con il Capitolo della Basilica Cattedrale e di concerto con l’Opera del Duomo di Orvieto ed il Comune, che culmineranno domenica 14 giugno alle 10 in Cattedrale, con la Concelebrazione Eucaristica presieduta dal Cardinale Matteo Maria Zuppi, Arcivescovo di Bologna, al termine della quale seguiranno la processione e la Benedizione Eucaristica sulla piazza.

Secondo le direttive anti Covid-19, in Duomo e sulla Piazza potranno essere presenti, durante la celebrazione di domenica, solo coloro che sono muniti di apposito permesso/invito, che potrà essere ritirato presso la propria Parrocchia. I fedeli dovranno rispettare le norme di distanziamento e seguire le indicazioni prescritte. La celebrazione sarà comunque trasmessa in diretta streaming sui canali facebook: TV Diocesana e Teleorvietoweb, inoltre su RTUAquesio.

Quest’anno, dunque, il Corteo Storico e Corteo delle Dame 2020 non sfileranno. Sono stati rinviati al prossimo anno. Tuttavia, l’Associazione “Lea Pacini” invitata a partecipare alla solennità del Corpus Domini 2020, domenica mattina testimonierà la sua presenza.

“La partecipazione – fa sapere l’Associazione ‘Lea Pacini’ – avrà una valenza simbolica, come già preannunciato in occasione della precedente comunicazione di annullamento degli eventi 2020, ma sarà comunque testimonianza della tradizione comune e vedrà la partecipazione di una piccola rappresentanza del Corteo Storico e Corteo delle Dame che renderà omaggio al SS. Corporale durante la Processione e Benedizione Eucaristica che si svolgerà sulla piazza della Cattedrale”.

Inoltre, al fine di rafforzare e preservare l’essenza e la tradizione identitaria della città, l’Associazione “Lea Pacini” ha inteso ricreare una sfilata virtuale dando seguito anche quest’anno al consueto appuntamento con la Mostra Fotografica, organizzata in collaborazione con Fotoamaorvieto.

Per l’edizione 2020 la Mostra “Il Corteo Storico sfila per la città” si è trasferita, infatti, sui social network delle associazioni proponendo una raccolta di scatti che fissano il passaggio del Corteo in diverse vie e piazze della città.

Infine, nella settimana del Corpus Domini, l’Associazione ‘Lea Pacini’ ha lanciato l’iniziativa “Corteo virtuale 2020”: dall’8 al 14 giugno, tutti sono invitati tutti ad “inondare i social” con i ricordi più cari legati al Corteo Storico.

Utilizzando l’hashtag #corteo2020 si potranno postare foto, disegni, brevi video e ricordi legati alla festa più cara agli orvietani. Nei giorni seguenti il materiale verrà raccolto in vari collage poi pubblicati sui social. Insieme dando forma a un vero e proprio Corteo Storico digitale, perché il Corteo vive nei cuori di tutti.

Per seguire le iniziative: https://www.facebook.com/CorteoStoricoOrvieto/?ref=bookmarks  –  https://www.instagram.com/corteostoricodiorvieto/?hl=it

“Quest’anno dovremo vivere la Festa del Corpus Domini in una dimensione diversa che tuttavia non farà venire meno l’orgoglio identitario della nostra comunità – afferma il Sindaco di Orvieto, Roberta Tardani – e come già avvenuto due settimane fa per la Festa della Palombella nella domenica di Pentecoste, la tradizione andrà avanti grazie alla volontà e alla condivisione di tanti soggetti, dalle Istituzioni religiose e civili alle associazioni e ai loro volontari”.

“La modalità scelta dall’Associazione Lea Pacini per coinvolgere gli orvietani e non solo a vivere la Festa del Corpus Domini 2020 attraverso i social – conclude – è importante non solo per testimoniare la propria presenza a questo evento ma per diffondere ed amplificare l’immagine della nostra città che, in questi giorni, grazie alla riapertura dei principali monumenti sta riconquistando l’attenzione dei potenziali turisti italiani e stranieri”.